A fine partita

 

giunge il momento dell’arrocco
e il re della casella matta
sovrano d’un centimetro quadrato
è nell’abbiocco. La regina esiliata
sta nell’esiguità dei panorami
gli occhi hanno smesso di verificare
amori e spazi.
Sta di guardia alla nebbia
: che non invada tutta la scacchiera
una regina smessa
una testa reclina sui pensieri
caduti tutti, e persa.

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie dell'abbandono e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a A fine partita

  1. ernesta52 ha detto:

    Buongiorno Cristina come al solito mi spiazzi con le tue poesie che mi fanno riflettere molto!

    Inviato da iPad

    >

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...