In parti uguali

luminosita 1 -by criBo

 

Esiste forse la metà del tempo?
o la metà del buio?
entrambi sono interi
e si può stare in luoghi oscuri
scritti nero su nero
o nel chiarore di quadranti
cifre di luce in luce.

Nei transiti ipogei di notti tristi
nel sottosuolo di menzogne dove
si scambiano per stelle i bulbi delle calle
la verità si arrende

Andremo allora
affamati di sole
a sospettarci ancora vivi
per altre mille eternità

 

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in CriBo, poesie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a In parti uguali

  1. lamia82 ha detto:

    Piaciuta Cristina. Un abbraccio

    Mi piace

  2. Antonio ha detto:

    Parli dell’indivisibilità come gli antichi chiamarono atomo ciò che ritennero indivisibile, la sfida mortale fu spaccare quell’indivisibile. Quella sfida fu vinta, in premio verrà la morte.

    Mi piace

  3. lamia82 ha detto:

    La foto è anche’essa stupenda……..

    Mi piace

  4. tramedipensieri ha detto:

    “..si scambiano per stelle i bulbi delle calle
    la verità si arrende..”

    Molto bella Cristina
    buona giornata
    .marta

    Mi piace

  5. fattorina1 ha detto:

    Il buio e il tempo, non contrapposti ma impenetrabili distributori di risibili verità-
    Consapevolmente stiamo dentro la loro arroganza , nelle loro menzogne.Che cosa ci salverà’
    Narda

    Mi piace

  6. romeoraja ha detto:

    e tu vai in giro cercando un uomo. e ogni tanto lo trovi. molto bella Cristina

    Mi piace

  7. poetella ha detto:

    avere qualcosa da cercare…avere quacosa da aspettare…
    questo è tutto. Credo.
    Complimenti per i versi e per la foto (quadro?)

    Mi piace

  8. gelsobianco ha detto:

    “nel sottosuolo di menzogne dove
    si scambiano per stelle i bulbi delle calle
    la verità si arrende”
    Che cosa ci può salvare?
    Forse solo l’amore “candido” ed il desiderio-bisogno di avere chiarezza.
    Poi, a voce, ti dirò il perché ho usato “candido”
    Tu l’avrai già compreso.

    Ah quel dipinto!

    Ti abbraccio, Cri.
    gb

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...