Tuttavia


c’è un luogo
ai confini del mio posto racchiuso
dove coltivo microcosmi e spore
un sito
di parole piegate nei cassetti
come corredi inutili

una scala

.

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie, rifacimenti. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Tuttavia

  1. carmen ha detto:

    C’è un luogo nella tua mente soffuso di eleganti parole che lieve melodia racchiudono. Per chi le vuol sentire, scendono piano su scala invisibile nei sotterranei cunicoli dell’anima e lì si adagiano dolcemente.
    Felice giornata
    Car

    "Mi piace"

  2. aitan ha detto:

    C’è un’atmosfera di sospensione in questi versi che riecheggia quella scala…

    "Mi piace"

  3. maria d'ambra ha detto:

    La scala si presta bene a raccogliere qualcosa e anche il suo contrario, è un luogo fisso eppure mobile, cammino verso il basso o traiettoria verso l’infinito… insomma è il posto migliore per essere tutto (e niente)
    un abbraccio

    "Mi piace"

    • cristina bove ha detto:

      bella definizione della scala.
      alla maniera di Escher mi chiedo se poi tutte le scale non siano percorsi raddrizzati di un continuum elicodidale… rampe cromosomiche dell’universo, senza inizio né fine…

      "Mi piace"

  4. rossellafiorillo ha detto:

    Che bella questa Cristina che propone sintesi. Bellissimi versi, ma sei sicura che i corredi siano inutili? Bacio

    "Mi piace"

  5. marcelbrendy ha detto:

    infatti per me è difficile starti dietro :-0) maledette scale…

    "Mi piace"

  6. annitapoz ha detto:

    Che bello ogni tanto provare a risalire sulla scala che porta il tuo animo poetico così in alto… Purtroppo soffro di vertigini e non riuscirò mai a raggiungere la tua elevazione! Bravissima come sempre 😉

    "Mi piace"

  7. L' Eco del Vento ha detto:

    Ciao, queste tue parole incantano la mia anima…
    hanno qualcosa che non è di questo tempo…
    grazie per questo attimo…

    "Mi piace"

  8. domenica luise ha detto:

    Le scale non finiscono mai, proprio come gli esami. E cent’anni di vita sono già troppi.

    "Mi piace"

  9. Pingback: Tuttavia di Cristina Bove « miglieruolo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...