La primavera di Fakhra

perFakhraYounas

 far

questo marzo che infiora un’altra volta
e non ti ridisegna i lineamenti
occhi di mare
una belva sbranò la tua bellezza
non si salvò neppure un ciglio
osasti rifiutargli la tua vita
lui se la prese fino all’osso

danzavi che fiorivano le primule
inarcavi le dita e il cielo stesso
si pronunciava musica

hai spalancato la finestra hai preso il volo
sei diventata nuvola
e nessun uomo più cancellerà il tuo viso
oltre la pioggia

Informazioni su cristina bove

sono grata alla vita d'avermi lasciato il sorriso
Questa voce è stata pubblicata in poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a La primavera di Fakhra

  1. Anna Maria Curci ha detto:

    Leggo il dolore e la denuncia. Non si può tacere, tu non l’hai fatto.

    "Mi piace"

  2. Domenica Luise ha detto:

    Bella poesia di denuncia appassionata. Non è concepibile che ancora oggi si compiano tali violenze contro le donne, che comunque nella coppia e sul pianeta portano quasi sempre, e dico quasi per scrupolo, il peso maggiore
    di pazienza e fatica.

    "Mi piace"

  3. aitanblog ha detto:

    Terribile come possono essere gli uomini.

    "Mi piace"

  4. frantzisca ha detto:

    non riuscivo a dirti nulla, i tuoi versi sono stati un rullo compressore, ho ancora il cuore sottile come foglio…

    "Mi piace"

  5. rossella ha detto:

    Oh mioddio!!! Senza parole, Cri, ma il cuore è come la punta di uno spillo

    "Mi piace"

  6. carmen ha detto:

    Stamattina, quando ho visto e letto, non sono stata capace di fare altro che niente.
    Il pensiero mi è macinato in testa tutto il giorno, è una cosa troppo atroce, che potrebbe essere opera soltanto o di un folle o del demonio in persona.
    E propendo di più per questa seconda ipotesi.
    Così, questa è una conferma della sua esistenza in questo preciso inferno che è la terra in cui viviamo, senza aspettare di vederlo in un inferno futuro.
    Aveva un angelo accanto proprio chi non lo meritava affatto.
    E quanti altri angeli soffrono in silenzio, anche se i loro aguzzini non arrivano a queste azioni disumane…!
    Hai toccato un tema che mi è molto caro. Pensavo che se fosse stato possibile farle tornare il suo bel viso, avrebbe almeno avuto la gioia di continuare a vedere suo figlio e di insegnargli il vero amore.
    E se ci fosse un Dio giusto che vedesse questi orrendi mali, non dovrebbe stare immobile nel suo Cielo, ma dovrebbe punire chi commette questi crimini inqualificabili. O dovrebbe almeno punirli in modo esemplare la giustizia degli uomini, anche se i danni irreparabili non saranno stati mai puniti abbastanza!

    E le parole che hai scritto sono di una dolcezza pari al viso bello di Fakhra che è stato cancellato insieme all’anima. Questa era sicuramente morta prima del corpo nel volo.
    Grazie, Cristina, per la tua grande sensibilità. Non si può tacere su questi diavoli in azione, e bisognerebbe trovare il modo per non incontrarne mai sulla propria strada.
    Ciao
    car

    "Mi piace"

  7. cristina bove ha detto:

    grazie a tutti per la partecipazione

    Carmen, non c’è un posto al mondo dove la violenza contro le donne non sia sottaciuta e in qualche modo avallata nel sociale.

    ti lascio un link con dei dati agghiaccianti.

    ma non bisogna tacere. altrimenti siamo complici anche noi.

    http://www.repubblica.it/online/volontariato/donne/donne/donne.html

    "Mi piace"

  8. pieramariachessa ha detto:

    Bellezza e umanità, Cristina, in questo testo così intenso che ho voluto condividerlo su fb. Brava e sensibile sempre. Ciao!
    Piera

    "Mi piace"

  9. Cinzia ha detto:

    Grazie,Cristina…

    "Mi piace"

  10. anna ha detto:

    Stupenda, grazie

    "Mi piace"

  11. cristina bove ha detto:

    scrivo versi, o testi, o poesie che dir si voglia, sotto l’impulso di emozioni.
    scrivo di cose minime, di domande cui so già non esserci risposta.
    scrivo per esistere e resistere.
    sono io che ringrazio, in questo caso non per l’apprezzamento dei miei versi, ma per la condivisione.
    cb

    "Mi piace"

  12. rachele ha detto:

    solo una Donna poteva trovare e imprimere nelle righe della coscienza una così vasta “poesia”. Che cosa sono la rabbia e il dolore, lo sbigottimento e il delirio? Hai descritto come un passo di danza, un volo d’angelo, l’atroce fine di una creatura innocente. Compassione e condivisione, amore e pazienza giungano là dove devono arrivare. Grazie

    "Mi piace"

  13. Enrica - Miglioli ha detto:

    la crudeltà di certi uomini, se così si possono chiamare, è impossibile da descrivere- purtroppo esistono in ogni dove e non ci sono commenti che tengano!Enrica Miglioli

    "Mi piace"

  14. cristina bove ha detto:

    Rachele ed Enrica, grazie per le vostre riflessioni.
    cb

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...